Profumeria Lorenzi Milano via Paolo Sarpi 62-Profumi di Nicchia

Come nasce un profumo di nicchia

Profumi esclusivi e unici, realizzati con materie prime ricercate e processi artigianali finalizzati alla creazione di un’essenza veramente originale, come avveniva in passato. Nascono così i profumi di nicchia, veri e propri concentrati di emozioni e sensazioni difficili da descrivere solo con le parole; profumi che non si possono trovare nei banchi dei supermercati o nelle normali profumerie. Appartengono, come suggerisce la parola stessa, ad un settore ristretto e molto selettivo e sono uno tra i quattro tipi di profumeria ufficialmente riconosciuti, insieme alle tipologie definite: normale, naturale, vintage, costituita dai soli vecchi pezzi da collezione. I profumi di nicchia sono oggi nettamente in controtendenza rispetto alla globalizzazione dei beni di consumo, in atto da decenni, anche in un campo così etereo e magico come la profumeria. Tale settore, inizialmente, si distingueva dagli altri soprattutto per l’uso di sole sostanze naturali, una procedura che però limitava le capacità espressive dei creatori di fragranze; si rese necessario, pertanto il successivo impiego di aromi di sintesi che, oltre a contribuire ad un maggiore controllo dei costi, ha arricchito le possibilità olfattive del prodotto finito.

Profumeria Lorenzi Milano via Paolo Sarpi 62-Profumi di Nicchia-L’Oud Il legno degli Dei

L’Oud Il legno degli Dei, l'oro nero della profumeria

Le fragranze al legno di oud sono tra le più in voga del momento, molte sono le case di profumeria che recentemente hanno lanciato profumi all'oud, tanto quelle di nicchia che quelle commerciali. L'oud è uno degli ingredienti più pregiati della profumeria artigianale ed è utilizzato per il suo carattere olfattivo ricco e distintivo, multi-sfaccettato, dalle note animali e vegetali. Ma che cos'è questo misterioso e preziosissimo ingrediente?

 

Profumeria Lorenzi Milano via Paolo Sarpi 62

I profumi falsi fanno male: ecco come riconoscerli ed evitarli

tratto da extrait.it

La piaga della contraffazione sta affliggendo il mondo dei profumi e dei cosmetici da molti anni. Sono diverse le organizzazioni criminali che producono senza sosta profumi (e altri prodotti di bellezza) falsi per metterli sul mercato nero. Ieri, questo mercato illegale era rappresentato solo dalle bancarelle nei mercati. Lo potevi riconoscere ed evitare con una certa facilità. Oggi, con l’esplosione della vendita online attraverso eBay, Amazon e i singoli e-commerce, il rischio di acquistare un profumo falso (e ritrovarti in mano un prodotto che non vale nulla) è decisamente più elevato. Produttori e distributori ufficiali combattono tutti i giorni contro i reati di contraffazione, ma non è così semplice bloccare tutti i venditori criminali. Spetta a te fare attenzione a come e dove compri: evitando così di indossare formule alcoliche potenzialmente dannose per la tua salute.

Profumeria Lorenzi Milano via Paolo Sarpi 62

12 Ottimi motivi per entrare in una Profumeria di Nicchia, almeno una volta a settimana

Le notizie quotidiane dai mass media sulla crisi economica mondiale, in cui si alternano senza soluzione di continuità apocalittiche previsioni e cenni di sconsiderato ottimismo, condizionano le scelte in fatto di acquisti e il nostro sempre più disorientato umore. Nonostante l’altalena imprevedibile dei consumi, il nostro benessere continua a starci molto a cuore: a costo di riesaminare le voci di spesa, non riusciamo a fare a meno dei prodotti di bellezza e, soprattutto, non rinunciamo mai e poi mai al profumo, un piacere assai prezioso che sottolinea meglio di qualsiasi altro orpello la nostra personalità. I beauty report 2015-2016 di Cosmetica Italia, l’associazione nazionale imprese cosmetiche mostrano che il profumo, rispetto al comparto make up e creme viso, è l’articolo più venduto (38%) e confermano che le fragranze denominate “Di Nicchia” viaggiano sul 12,5% del mercato di tutta la profumeria alcolica, avvalorando il felice trendonistico di queste sempre più apprezzate creazioni.